Gioco all’aperto: tutto ciò che occorre

Il gioco ha un’importanza fondamentale per la crescita dei bambini. Molto spesso i genitori non ne comprendono del tutto le potenzialità o le sottovalutano. Giocando si acquisisce conoscenza che, unita alla curiosità, porta il bambino ad aprirsi al mondo. Il modo in cui il bambino gioca, le azioni che fa, come si rapporta agli altri è una cartina tornasole del suo stato d’animo; ecco perché il gioco deve essere considerato uno strumento fondamentale per lo sviluppo delle sue potenzialità. Al giorno d’oggi con la tecnologia che favorisce la sedentarietà, il valore del gioco è ancora più forte. Il compito di incentivare occasioni di gioco e di movimento spetta proprio ai genitori che per primi devono cercare di limitare l’uso di dispositivi tecnologici o comunque gestirlo in modo opportuno. Cerchiamo di riscoprire attraverso i nostri figli il piacere di giocare all’ aperto creando con la fantasia e l’ausilio di qualche semplice strumento situazioni di gioco differenti.

Palla

I giochi che si possono fare con la palla sono molti. La palla piace molto già da piccolissimi. Contribuisce allo sviluppo psicofisico del bambino che dai sei mesi in poi data la sua capacità di afferrare gli oggetti, ne è particolarmente attratto. Con i più piccoli vi potrete divertire a lanciare la palla verso di loro facendola rotolare: il bambino sarà sicuramente entusiasta di vedere che si muove nella sua direzione e riuscire ad afferrarla sarà motivo di soddisfazione. Via via che i più piccoli crescono potrete divertirvi a calciarla o a lanciarla con le mani. Con la palla i bambini avranno occasione di muoversi, correre e saltare liberamente per il parco trascorrendo qualche piacevole ora all’aperto in compagnia della famiglia. Per i più grandi ci sono veri e propri giochi da proporre in alternativa ai tiri liberi, come ad esempio palla avvelenata, un evergreen adorato da tutte le generazioni.

Corda e fazzoletto

Con la corda si possono realizzare numerosi giochi. Può essere usata come strumento di equilibrio; posta a terra i bambini devono camminarci sopra emettendo un piede davanti all’altro, vince chi riesce a non uscire dalla traiettoria disegnata dalla corda stessa. Questo gioco favorisce un buono sviluppo della propriocezione. La corda può essere inoltre utilizzata in gruppo o da soli per saltare e giocare al tiro alla fune se c’è un bel gruppetto di partecipanti. Il fazzoletto può essere usato per giocare a bandierina e a mosca cieca. Entrambe questi giochi vantano una lunga tradizione ma resistono al tempo e non smettono di affascinare grandi e piccini.

Giochi a corpo libero

I giochi che si possono fare all’aperto sfruttando semplicemente la creatività sono moltissimi. Basta una panchina e una conta per giocare a sbarbacipolla; il tronco di un albero per contare e fare bomba libera tutti, giocando a nascondino; acchiapparella per rincorrersi all’aria aperta; un due e tre stella, per trasformarsi in delle belle statuine; i colori della natura per giocare a strega comanda color. Le idee non mancano; quello che è sicuro è che a giocare all’aperto non ci annoia mai e con la fantasia e la condivisione si possono creare ogni volta giochi nuovi.